Welcome to greenapes
The suistainable social network Navigate our jungle of sustainable action
Visit our website
ApeMaira · Ape rank 6
· Italy

I quaderni degli anni ‘90! Mettendo in ordine la cantina ne abbiamo trovati un sacco usati per metà…invece di buttarli sono i miei nuovi block notes 😊.

E mi fanno anche sentire di nuovo bambina 💚

#creativerecycling

10
82
Ale🌸🌼🌵🌳 · Ape rank 2
· Italy

Lei è stata la mia prima pianta! O meglio, era di mia mamma prima che io nascessi! Qualche anno fa ha iniziato ad appassire, perdere foglia dopo foglia, e tutti i vivai a cui abbiamo chiesto come curarla ci hanno risposto “buttatela”.. ma non ci siamo arrese, la abbiamo messa al riparo, concimata e coccolata e adesso.. è meno bella è rigogliosa di prima ma è viva e si è ripresa!

21
119
Matteo Cimitan · Ape rank 2
· Italy
Quando compriamo dei nuovi prodotti, sulla confezione c'è quasi sempre la scritta "MADE IN CHINA" o sono riportati altri paesi poveri o non molto sviluppati. Giustamente non ce ne frega niente di dove sia stato fatto il prodotto, basta averlo. Invece quando compriamo quel prodotto siamo responsabili di tante ingiustizie. Innanzitutto se produrre in quei paesi costa meno c'è certamente un motivo. Il motivo è che sono paesi in via di sviluppo e gli abitanti non hanno il nostro stesso tenore di vita, i lavoratori in quei posti possono benissimo essere sottopagati (Per esempio: da noi 5 euro a giornata sono pochissimi, ma per loro quei 5 euro sono l'unico modo per mantenere la famiglia, perché in questi paesi c'è povertà). Naturalmente perché non approfittarne?  Ed ecco che i proprietari di aziende vanno a produrre in quei paesi, li la manodopera costa meno e quindi anche il prodotto avrà un prezzo minore. Si deve sempre tener conto che magari le condizioni di lavoro non sono proprio come da noi e magari a fare il nostro bel prodotto è stato un bambino sottopagato. Altra nostra responsabilità e l'impatto ambientale del prodotto che va ad aumentare la nostra impronta ecologica. Beh, produrre un oggetto in italia inquinerà quanto produrlo in cina o in india. La differenza è che nei paesi poveri i soldi per produrre in modo sostenibile o con materiali riciclabili non ci sono, naturalmente da aggiungere a questo c'è il consumo di elettricità che spesso nei paesi in via di sviluppo è prodotta con la combustione di carbone o petrolio, e a tutto questo possiamo aggiungere l'inquinamento dato dall'importazione del prodotto. Stessa cosa per i prodotti alimentari importati da altri paesi...
7
43
3 comments · load more
Loreen: Non si può non condividere perchè sono fatti, però ho una domanda, cosa guadagnerebbero i lavoratori sottopagati di questi paesi se la merce venisse comprata di meno? 13 hours ago
Luca Gabbi: @loreen Credo che sia il ragionamento del gatto che si morde la coda. Lo sfruttamento dei lavoratori nel settore tessile è ampiamente noto a tutti, poi è scelta soggettiva "fregarsene" o meno. In ogni caso qualsiasi prodotto per essere competivo non deve certo esserlo per costi di manodopera da schiavitù. Non dico certo che sia facile ma credo che l'unico modo per contrastare questo sistema sia quello di effettuare acquisti etici. Da parte dei lavoratori occorrerebbe invece un mega sciopero di massa, cosa però che realisticamente non avverrà mai 3 hours ago
Loreen: Io guardo le etichette e mi auguro per esempio che ci sia un ritorno a produrre prodotti "italiani" in Italia e credo si debba capire a livello di massa che i prodotti si debbano pagare un po' di più perchè siano sostenibili a vari livelli. Ma il dubbio che boicottando le importazioni le persone che hanno un salario misero perdano anche quello mi resta... la soluzione per me è l'espansione ulteriore del commercio equo e solidale 1 hour ago
LemureNellaGiungla · Ape rank 4
· Italy
Oggi outfit con vestiti riciclati! Pantaloni della mia mamma di una mia amica, camicia e golfino della mamma del mio moroso 😁
10
73
ApeMaira:

#greenFashion direi 😉

21 hours ago
LemureNellaGiungla:

@ApeMaira 👌

18 hours ago
Scimmiriam · Ape rank 3
· Italy
Uno dei miei quaderni degli appunti... in carta riciclata, e cerco di non lasciare troppi spazi vuoti, per non sprecare carta 😁
2
21
LaPimpiSullaLiana · Ape rank 6
· Italy

"Svogliando" Repubblica online, mi sono imbattuta sulla questione degli abbondamenti mensili da 28 giorni per i cellulari e mi sono ricordata che ApeMarilena​chiedeva aggiornamenti. Al momento, pare sia prevista solo una multa per le grandi aziende di telecomunicazione (Tim, WindTre, Vodafone) e ancora deve essere presentata la proposta di legge che obbligherebbe la fatturazione dei servizi su base mensile. Qua la notizia: http://www.repubblica.it/economia/2017/10/19/news/posteraro_agcom_contro_la_bolletta_a_28_giorni_solo_armi_spuntate_il_parlamento_aumenti_lesanzioni-178693679/?ref=RHPPLF-BH-I0-C4-P4-S1.4-T1

4
36
3 comments · load more
ApeMarilena: Spero oltre la multa ci sia il rimborso per tutti noi e velocemente.. stanno guadagnando un sacco di soldi. Sono scorretti! 23 hours ago
LaPimpiSullaLiana: Nella proposta di legge non è previsto alcun rimborso per noi clienti...e per di più la multa (che eventualmente pagheranno nel 2018) è di una cifra modesta, in proporzione a quanto guadagnano queste aziende! Quasi come prendere un caffè... Trovo anche io davvero scorretto dover pagare un abbondamento da 13 mensilità/anno, quando un anno solare è costituito da 12 mesi!!! 22 hours ago
ApeMarilena: concordo! :\ 22 hours ago
MonicaTraLeFrasche · Ape rank 6
· Italy
Finalmente un appuntamento ad Empoli con ritorno a casa, senza spesa da fare, materiali da trasportare...🛄 Andata e ritorno sono una dozzina di km. Lo so, tra voi scimmiette ci sono un sacco di "biciclettanti" molto assidui e bravi, ma io sono soddisfatta di me. 🏆... anche se l'ultima salita l'ho fatta con la bici a mano. 😂😂 L'ultima volta 'sto sellino mi ha fatto soffrire un sacco, ma adesso ho l'imbottitura e sono andata una favola! 😁
13
72
Consuelo Vigiani · Ape rank 3
· Italy
Buongiorno, abito vicino ad un ospedale il cui ingresso è"presidiato" da una famiglia rom che conosco da un paio di anni. Delle volte mi hanno chiesto elemosina, una bottiglia di acqua, se avessi delle coperte... quando posso aiuto...vedo come vengono trattati dalla gente...io non conosco la loro cultura, spesso gli amici mi dicono di non fidarmi di loro. Stamani la donna (ha due figli adolescenti) mi parlava del fatto che le hanno appena smontato la baracca e stanotte non sanno dove andare...forse in un'altra baracca di loro amici...Io vorrei tanto aiutarli... raccoglierò coperte e gliele darò... cercano delle tende da campeggio...Voi che pensate di questa situazione? Grazie
6
38
oplaa:

@Consuelo Vigiani caspita! Che situazione…sai se si sono mai rivolti al servizio sociale? Con due figli minorenni avrebbero diritto ad accedere ad una struttura di accoglienza per minori accompagnati

1 day ago
Consuelo Vigiani: Mah...anche se non hanno reddito per pagare utenze o affitto, seppur minimo? Come si entra in contatto con i servizi sociali....? 23 hours ago
ApeMarilena · Ape rank 7
· Italy

Un "Caposcimmiette" si è sposato!!!

Auguri Francesco Zingales

:)

15
98
Orang-U-Cri:

Francesco Zingales​grande Francesco! non lo sapevo! auguroni!!!

4 hours ago
hilary · Ape rank 0
· Italy

Ecosia! Ricerca su Internet e contribuisci a piantare alberi! Www.ecosia.org

19
97
MrEdwinGorilla:

Lo utilizzo da tantissimo tempo😉

2 days ago
hilary:

Si è il 🔝

2 days ago
Nadide · Ape rank 0
· Italy
Non sempre riesco a cucinare e a portarmi i risotti e le verdure a lavoro, per cui ogni tanto (come oggi) passo da Natura Si per prendere delle torte salate fatte con tofu e verdure davvero eccezionali! Cibo sano, buono e leggero :-)
6
29
Gisella · Ape rank 3
· Italy

Si chiude allo Spazio Alfieri di Firenze (via dell’ulivo, 8), l’edizione 2017 del Clorofilla film festival realizzato da Legambiente insieme allo storico cinema fiorentino e all'associazione Kansassiti con la collaborazione di Quelli della Compagnia. Dopo le proiezioni estive Clorofilla si sposta dal 27 al 29 ottobre nel capoluogo toscano per le serate finali con i migliori documentari, film e corti a tema ambientale e sociale mai proiettati a Firenze. Uno sguardo trasversale che attraversa argomenti attuali come l’agricoltura sostenibile di “Con i piedi per terra” di Andrea Pierdicca, gli orti urbani raccontati in “Ci vuole un fiore” di Vincenzo Notaro e i suoni in via di estinzione del documentario “Dusk Chorus” di Alessandro D’Emilia e Nika Saravanja sul progetto di David Monacchi “Fragments of extinction” In anteprima il film “Finché c’è prosecco c’è speranza di Antonio Padovan con Giuseppe Battiston, “Veleno” di Diego Olivares e lo spettacolo “La vita è una beffa” di e con Daniele Parisi, attore di “Orecchie”.

Info: www.spazioalfieri.it – e.mail: [email protected][email protected] Tel. 055-5320840

Ingresso giornaliero: 10 euro (Proiezioni fino alle 20.30 – biglietto unico 6 euro – ridotto 5 euro – Proiezioni dalle 20.30 – biglietto unico 6 euro – ridotto 5 euro)

IL PROGRAMMA COMPLETO QUI SOTTO:

VENERDI' 27 OTTOBRE ore 18.00 Ci vuole un fiore (52’) di Vincenzo Notaro (orti urbani) Nel 2008 è nato il primo orto urbano di Roma, nel quartiere della Garbatella. Il documentario narra la lotta di semplici cittadini, per il recupero della terra, contro un’amministrazione lenta e sonnacchiosa ancorata a vecchi modelli economici.

ore 19.30 L'occasione bruciata. Quando la bioenergia fallisce (49’) di Luca Bonaccorsi, Alessandro De Pascale (bioenergia) Energia rinnovabile, da materie organiche, soprattutto da residui: così si era immaginata la possibilità di un futuro migliore. Al contrario esso è sempre più simile a una terra saccheggiata, in cui la distruzione insensata di foreste e l’utilizzo di colture alimentari per l’energia va di pari passo con un’eccedenza di finanziamenti pubblici che hanno provocato più danni di quanto si possa immaginare.

Ore 20.30 Immondezza (45’) di Mimmo Calopresti (rifiuti) Un documentario per raccontare l’iniziativa Keep Clean and Run, un viaggio nel Sud dell’Italia tra bellezze e rifiuti. 350 km di panorami mozzafiato, tra strade e sentieri, dal Vesuvio all’Etna per compiere azioni di pulizia dei rifiuti abbandonati lungo il percorso.

Ore 21.30 Veleno (101’) di Diego Olivares (terra dei fuochi) con Luisa Ranieri, Massimiliano Gallo, Salvatore Esposito Il dramma di un territorio violato, contaminato dai veleni che criminali senza scrupoli hanno disseminato in buona parte del casertano. In un piccolo centro di quella provincia, un'umile famiglia di agricoltori rifiuta di lasciare che i suoi terreni diventino una discarica a cielo aperto.

SABATO 28 OTTOBRE ore 18.00 presentazione libro Effetto serra effetto guerra di Antonello Pasini, Grammenos Mastrojeni Vedere il problema dell’immigrazione e dei conflitti dalla parte del clima. Una prospettiva inedita. Quanto i cambiamenti climatici influiscono sulle migrazioni e sulle crisi internazionali? Più il deserto avanza più le ondate migratorie aumentano. Più cresce il pericolo di guerre.

ore 19.30 corti vincitori concorso Migrarti Mibact 2017

Ore 20.30 Con i piedi per terra (86’) di Andrea Pierdicca (agricoltura). Nelle campagne italiane esistono persone che hanno scelto di radicarsi sul territorio per coltivarlo in maniera autonoma, efficiente, rispettosa dell’ambiente. Sembra una favola sbarazzarsi dei metodi agroindustriali eppure oggi in Italia c’è chi vive questa favola tutti i giorni.

Ore 22.00 Finché c’è prosecco c’è speranza (101’) di Antonio Padovan con Giuseppe Battiston, Roberto Citran (tutela del territorio) – ANTEPRIMA NAZIONALE Campagna veneta, colline del Prosecco. L'ispettore Stucky è chiamato a investigare su un apparente caso di suicidio. Tra filari e bollicine, il tenace ispettore si confronta con bottai, osti, confraternite di saggi bevitori, realizzando che la chiave per risolvere il mistero sta nella peculiare visione della vita che anima la zona.

DOMENICA 29 OTTOBRE ore 16.00 Sasha e il polo Nord (81’) di Rémi Chayé 200 (film d’animazione per bambini) Sasha, giovane aristocratica russa, sogna il Grande Nord e si strugge per suo nonno Oloukine, un rinomato scienziato ed esploratore dell'Artico che non ha mai fatto ritorno dall’ultimo viaggio alla conquista del Polo Nord. Un giorno Sasha decide di partire alla ricerca del nonno.

ore 18.00 Dusk Chorus - Based on Fragments of Extinction by David Monacchi (60’) di Nika Saravanja, Alessandro D'Emilia (biodiversità, Amazzonia) Un viaggio sonoro nella foresta amazzonica dell’Ecuador. Un’esperienza sensoriale, scientifica e poetica al tempo stesso, guidata dal ricercatore e compositore eco-acustico David Monacchi, autore del progetto Fragments of Extinction.

ore 21.30 Premiazione concorso Clorofilla 2017

ore 21.45 La vita è una beffa di e con Daniele Parisi (spettacolo) Cibo, amore, malattia ed esistenzialismo. Monologhi scritti sul pubblico, intrecci d'amore disperati, canzonette oscene e malinconiche. Spettacolo in continua evoluzione che sistematizza pezzi di repertorio con pezzi inediti. Un one man show. Spettacolo punk per pubblico mezzo addormentato. Il linguaggio teatrale prova a scendere dal palco e a dialogare tra il pubblico. Non c'è niente da insegnare, semmai da disperdere, da dimenticare.

6
34
Scimmiesca · Ape rank 1
· Italy

Colazione con Marmellata di pomodoro della nonna, più locale di così! 😋

1
6
Loreen · Ape rank 0
· Italy
oggi ho fatto la spesa al mercato aperto più grande d'Europa (Porta Palazzo) ed ho cercato solo prodotti italiani e dei piccoli coltivatori locali che hanno frutta e verdura praticamente del loro giardino... al mercato si risparmiano anche parecchi imballaggi!
8
46
Echec DeJana · Ape rank 2
· Italy
Entra a far parte del progetto #Riciclarte.
10
55
ApeMarilena · Ape rank 7
· Italy

Per la serie "non si butta via niente": bucce di ficodindia panate. 😊 I❤️u Sicily!! ❤️home!

18
113
ApeMaira: meraviglia! non ci avevo mai pensato...come si fanno? 4 days ago
ApeMarilena:

Sbucci il frutto, lo gratti col coltello assicurandoti di togliere tutte le spine, le lavi, le passi nel l'uovo battuto, poi nel pangrattato e le friggi. Il sapore e tipo quello della melanzana ma molto più delicato.

3 days ago
Scimmiesca · Ape rank 1
· Italy

Appartamento da rifare? Mobili da buttare? No!!!! Regalali!

9
53
TeresaMonkey · Ape rank 6
· Germany
Nicht vergessen - am Samstag findet der 3. greenApes-Spaziergang statt! Wir schließen uns der VHS und Transition Town an und begeben uns auf die Spuren nachhaltigen Einkaufens in der Einkaufsstadt!  Treffpunkt ist um 13 Uhr an der Kirche St. Andreas in Rüttenscheid in der Brigittastr.  Und wieder können Teilnehmer extra BankoNuts kassieren durch die "Special action": unter Aktion teilen findet ihr in der Sparte "Geschichten" ganz oben die Möglichkeit, "Ich habe am 3. greenApes-Spaziergang teilgenommen" auszuwählen :-) Bis Samstag dann!
1
12
eidadi: Klingt interessant, bin aber leider im Urlaub. Euch viel Spaß! 18 hours ago
Scimmiesca · Ape rank 1
· Italy

Questa applicazione è molto utile, ti aiuta a capire in quale cesto della differenziata buttare le cose… ha anche il lettore dei codici per aiutarti ! E altre informazioni utilissime! Provatela😊

5
40
Scimmiesca · Ape rank 1
· Italy

Ho acquistato questi bellissimi occhiali vintage al mercatino delle pulci, li adoro🕶❣️

9
43
Banana Split · Ape rank 0
· Italy
Nel mio viaggio Aziendale con Enegan ho potuto vedere con quanta semplicità ed umiltà si vive nel deserto.La Mamma che prepara il Pane e la bimba bellissima che ci invita ad assaggiarlo.Fantastico.
13
72
Scimmiriam · Ape rank 3
· Italy
Ne dovevano nascere 40mila, ne sono nati 2. La morìa dei pinguini in Antartide: https://www.lifegate.it/persone/news/pinguini
11
72
5 comments · load more
AlessandroTheGibbon: in realtà la cosa è un pò differente, ne sono nati 40000 e soppravvisuti due, per quanto resti allarmante e drammatica la cosa, non bisogna scambiare morte premaura con morte prenascita 4 days ago
Scimmiriam: Si infatti lo scrittore dell'articolo ha fatto un po' di confusione nei termini, nel titolo parla di non nati, nel testo di sopravvissuti dopo la nascita... 4 days ago
AlessandroTheGibbon: eh infatti, perchè in settimana avevo letto un articolo analogo della Repubblica che sottolineava appunto questa differenza :) 4 days ago
Scimmiriam: Comunque grazie per la precisazione 😁 4 days ago
AlessandroTheGibbon: Figurati ahahah avrei potuto sbagliare anche io in fin dei conti! 4 days ago
Matteo Cimitan · Ape rank 2
· Italy
Molti dei prodotti ad impatto ambientale ridotto costano più di quelli comuni. La gente decide perciò di comprare la marca più economica. I prodotti eco non costerebbero tanto di più degli altri, ma i produttori essendo in pochi nel settore decidono di aumentare il prezzo; se uno vuole inquinare meno l'ambiente dovrà andare a comprare da lui anche se il prezzo è più alto e il produttore ci guadagna. IO AVREI UNA PROPOSTA DI LEGGE. Obbligare la produzione di prodotti a basso impatto ambientale sarebbe troppo, e chiunque mettesse in atto una legge del genere perderebbe molti voti. Si potrebbe mettere un TASSA a tutti i produttori di prodotti "comuni" che andrebbe poi utilizzata per diminuire diminuire i costi per la produzione di prodotti a ridotto impatto ambientale, e se i politici approvano con difficoltà questa legge basterebbe far incassare allo stato una percentuale della tassa prelevata dai conti dei produttori di prodotti non ecologici. Lo stesso principio sarebbe da adottare anche per l'industria automobilistica (le auto a benzina verranno a costare di più, e la tassa prelevata dai loro produttori andranno a diminuire il prezzo degli ibridi o delle auto elettriche) e per la produzione elettrica (le aziende produttrici di energia da fonti non rinnovabili dovranno pagare una tassa alle aziende produttrici di energia rinnovabile abbassando il costo per l'istallazione degli impianti per energie rinnovabili). Ditemi che ne pensate e magari se sapete a chi o dove inviare questa proposta fatelo o ditemi a ci rivolgermi. Grazie.
9
53
10 comments · load more
Ale🌸🌼🌵🌳:

È una proposta giusta, avevo pensato anche io ad una cosa simile.. però non saprei proprio a chi rivolgermi e quindi, per quanto riguarda la mia idea, era rimasta inattuata! Però nella Community secondo me qualcuno che sa cosa fare c'è!!

6 days ago
LuciaMpanzè: Ottima idea ma non sono sicura che le produrre prodotti eco costi come produrre non eco 6 days ago
Scimmiriam: Hai alcune possibilità: fare la proposta come individuo, ma avresti meno visibilità; appoggiarti a un partito che ha a cuore l'ambiente, con maggiore visibilità ma potrebbe essere vista come una cosa di parte e molti non ti sosterrebbero per principio; appoggiarti a qualche associazione ambientalista o movimento apartitico, e mi sembra la cosa più fattibile... 6 days ago
Matteo Cimitan: Grazie per il consiglio. Se mi sapresti dire una associazione alla quale potrei rivolgermi mi faresti un favore. 6 days ago
Luca Gabbi: È bello che i cittadini comuni cerchino di individuare soluzioni e dare il loro contributo! Detto questo però il mondo è molto più complesso e il caso delle auto è perfetto. FCA da lavoro in Italia a decine di migliaia di persone (se consideriamo tutto l'indotto arriviamo a centinaia di migliaia), non è la politica che sceglie cosa fare, è l'azienda che te lo dice! (dicesi lobby...) Esempio: incentivi per le auto a gpl di ormai qualche anno fa, su misura perfetta per lanciare la Panda! Se tu gli applichi balzelli loro ti vanno a produrre all'estero.. Ma non solo, se tu gli applichi balzelli crei delle distorsioni di mercato ed in mondo globalizzato le conseguenze sono disoccupazione, deflazione e tutto ciò connesso. Come si fa quindi? Devono essere i consumatori ad obbligare la direzione che deve prendere la produzione di qualsiasi bene, con le scelte di acquisto di ciascuno di noi. Esempio: su ogni confezione alimentare ora trovi in bella vista la scritta "Senza olio di palma" 6 days ago
Scimmiriam: Mi vengono in mente Zoes, il Gruppo NuovoMondo, il Centro nuovo modello di sviluppo... tutte impegnate nei nuovi stili di vita e negli acquisti sostenibili. Spero di esserti stata utile, aggiornami per eventuali novità 😉 6 days ago
PaolaGotNuts: Io ci sto!!! 5 days ago
Matteo Cimitan:

Grazie Scimmiriam

5 days ago
Matteo Cimitan:

Luca Gabbi​ Vero, è anche vero però che purtroppo in molti casi il consumatore non sa come vengono prodotte certe cose. Inoltre spesso è proprio il consumatore a volere certi prodotti e a fregarsene dell'ambiente. è per questo che io pensavo che andrebbero fatte leggi partendo dalla produzione dei prodotti.

5 days ago
Luca Gabbi: Sono assolutamente d'accordo su tutto, è a livello pratico che purtroppo lo vedo però difficilmente realizzabile 5 days ago
MrEdwinGorilla · Ape rank 3
· Italy
4
25
Nadide · Ape rank 0
· Italy
Buongiorno a tutti! Una domanda: qual'è secondo voi il miglior modo per evitare di comprare le bottiglie di acqua da bere a Firenze?
0
7
7 comments · load more
tamara:

Ci sono molte stazioni dove si può riempire bottiglie d'acqua gratuitamente, sparse per tutta la città.. in che zona vivi?

2 hours ago
Nadide: Sono vicino alla stazione di campo di marte 2 hours ago
AnnaTheApe:

Bere l’acqua del rubinetto. Non c'è alcuna differenza con quella distribuita dai cosiddetti fontanelli pubblici. L’acqua dei fontanelli è normale acqua di rete- la stessa che arriva nelle nostre case- resa di sapore più gradevole grazie ad un sistema di filtraggio che priva l’acqua del cloro

30 minutes ago
Nadide: Grazie AnnatheApe, ma allora potrei utilizzare le caraffe che filtrano l'acqua? Non ho ben chiaro se sono davvero valide o meno..... 16 minutes ago
DalRamoDionisia: Io apro la "cannella" e riempio il bicchiere! Devo dire che ora che abito in un condominio con autoclave d'estate non è favolosa ma io preferisco così😊 no fontanelli filtri caraffe e ingrullimenti vari 7 minutes ago
AnnaTheApe:

A mio avviso, tra l’acqua dei fontanelli e quella che esce dal tuo rubinetto è più sicura quest’ultima. Personalmente, non ho ben chiaro come avvengono i controlli dei filtri sui fontanelli e sono poco igienici le cannelle dove la gente appoggia le proprie bottiglie. Per quanto riguarda le caraffe che filtrano l’acqua in casa non ne ho una gran conoscenza. Suppongo che anche per esse vale il principio della verifica periodica dei filtri ecc. Ti consiglio di utilizzare semplicemente l’acqua di casa e di aromatizzarla semplicemente con del limone o delle menta

6 minutes ago
DalRamoDionisia: Concordo con AnnaTheApe. Anche io limone alla bisogna😜 1 minute ago
Scimmiesca · Ape rank 2
· Italy

Oggi a pranzo mi preparo una bella vellutata di porro e zucca😋

5
37
Scimmiriam · Ape rank 3
· Italy
Concorso e Assunzioni Diplomati-Laureati in Scienze Forestali-Agrarie-Ambientali. Nuovo bando di concorso pubblico e offerte di lavoro: ecco i requisiti, titoli di studio, domanda a ottobre-novembre 2017. http://it.blastingnews.com/lavoro/2017/10/concorso-e-assunzioni-diplomati-laureati-in-scienze-forestali-agrarie-ambientali-002100563.html
3
20
Echec DeJana · Ape rank 3
· Italy
Avevo una cassa intera di pere molto mature e ci ho fatto la marmellata: Pere e Cacao, Pere e Cannella. Entrambe con zucchero Muscovado di canna integrale Equo Solidale
13
75
AnnaTheApe · Ape rank 7
· Italy

Con i fagiolini di ieri oggi una bella frittata 🍳

5
36
MonicaTraLeFrasche: Mmmh... mai fatta coi fagiolini, proverò! 14 hours ago
AnnaTheApe:

È buonissima 😋

7 hours ago
Scimmiesca · Ape rank 1
· Italy

A volte mi lavo i denti con un po’ di bicarbonato, meglio del dentifricio!😬

11
64
7 comments · load more
Scimmiriam: Come funziona? Bisogna creare una pasta? 😊 2 days ago
Scimmiesca:

No io lo metto direttamente sullo spazzolino, non troppo!

2 days ago
MonyEcoLover: Ottimo sbiancante! E il mio dentista (strano ma vero!) mi aveva consigliato di usarlo anche per contrastare la gengivite! 😊 1 day ago
Scimmiesca:

È vero! Il bicarbonato è una polverina magica😵

1 day ago
Simone Anzà: Io aggiungo qualche goccia di limone per creare una pasta schiumosa! Funziona alla grande 1 day ago
Scimmiesca:

Ma non rovina troppo i denti il limone?😲

1 day ago
Simone Anzà: Si se lo usi troppo si, ma usato poco funziona bene 1 day ago
FranziskaOnTheTree · Ape rank 6
· Germany
Ihr Lieben, Kennt jemand einen guten Wanderführer mit Karte für Essen und Umgebung? ich würde gerne die kleinen Wege durch Wald und Hügel und Felder finden und mir gute Routen für Tagesausflüge raus suchen 🤗 Hat jemand einen Tipp? Vielen Dank!
2
23
3 comments · load more
TeresaMonkey:

Ich hab mir für den 1. greenApes-Spaziergang mal in der Stadt-Bibliothek ein paar Karten ausgeliehen. Die haben eine kleine aber feine Auswahl dort :)

21 hours ago
eidadi: Die Essener Radwege sind auch meist sehr schön zu laufen. Da gibt's einige Karten, auch teilweise recht günstig. Ich hab mal in der TouristenInformation am Essener Hauptbahnhof tolle Radkarten gekauft. Hat glaub ich nur 2Euro gekostet.Da gibt es auch kostenloses Material. Schau mal vorbei... 18 hours ago
FranziskaOnTheTree: Danke euch für die Tipps. Ich werde mich Mal umhören :) 30 minutes ago
ApeMarilena · Ape rank 7
· Italy
Una Bella iniziativa! METTIAMOLI NEI NOSTRI PANNI!Ottobre 2017, per la prima volta Terranova fa conoscere al grande pubblico il suo impegno per il sociale. Insieme ad Humana (onlus che opera in tutto il mondo, per maggiori informazioni: humanaitalia.org hanno ideato una campagna di raccolta capi usati col fine di ricondizionarli e riutilizzarli nel network di Humana per sostenere i suoi progetti in Zambia: - Supporto scolastico  - Progetti nutrizionali  - Case per ragazzi di strada - Centri di aiuto e di ascoltoDal 18 ottobre 2017 in tutti i negozi Terranova Italia verranno allestiti ecobox per la raccolta di capi usati, ogni 5 capi lasciati, verrà lasciato ai clienti una card di buoni spesa da consumare sia in tutti gli store Terranova, sia online su terranovastyle.comL'obiettivo della campagna è molteplice: - contribuire alla diminuzione degli sprechi per cui la parola chiave è RECICLO - sostenere opere in paesi meno fortunati dei nostri, come lo Zambia, attraverso la partnership con Humana - sensibilizzare chi entra nei nostri store o chi frequenta terranvoastyle.com alla solidarietàQuesto è uno dei piccoli mattoni che Terranova vuole utilizzare per construire un mondo pieno di positività insieme a tutti i suoi clienti, sempre attenti a questi temi.Terranova supports Zambia, insieme a Humana e a tutti i suoi clienti!
10
68
Matteo Cimitan: Bel progetto! 18 hours ago
MonicaTraLeFrasche · Ape rank 6
· Italy
http://www.postvirale.it/sapete-vanno-le-saponette-degli-hotel-usate-anche-sola-volta-questuomo-lo-scoperto-reagito/
11
71
11 comments · load more
Matteo Cimitan: Bella iniziativa! 3 days ago
Consuelo Vigiani: Costa 85 euro al mese... per alcune realtà medie questo impegno economico si rivela troppo alto per la gestione... peccato, sarebbe una bella iniziativa...io ho provato anche a coinvolgere la Croce Rossa in una specie di Consorzio addetto alla raccolta nei vari hotel della città, ma con zero risultati 3 days ago
SabelinaSullaLiana:

Bella iniziativa, davvero! Io porto sempre via a casa le saponette usate ed ancora praticamente integre…

3 days ago
Echec DeJana: Molto bello 3 days ago
MonicaTraLeFrasche: Ma... le realtà medie, non potrebbero mettere del sapone liquido in dosatori? C'è qualche norma igienica che lo vieta? (...temo di sì...😕) 2 days ago
Echec DeJana: In alcuni posti c'è il dispenser, io ho rifornito un b&b che li aveva sia in doccia che nel lavandino 2 days ago
Echec DeJana: Sarebbe la soluzione migliore perché non ci sarebbe plastica ne carta inutile per bottiglie ed etichette 2 days ago
MonicaTraLeFrasche: Ah, allora si può?! 😊 2 days ago
Echec DeJana: Si, si può 2 days ago
MonicaTraLeFrasche: E allora... meglio di così... 😆 2 days ago
Echec DeJana: É che non tutti lo applicano perché devono star dietro ai dispenser ecc, quando invece é sia più economico che pratico 2 days ago
eidadi · Ape rank 5
· Germany

#CreativeRecycling aus einer alten, kaputten Jacke ist ein Etui geworden😀

5
27
Scimmiriam · Ape rank 3
· Italy
Glifosato: l'Italia voterà NO! 17 ottobre 2017, ore 14:55 - Il ministro della Salute ha raggiunto gli attivisti Greenpeace confermando che l’Italia si opporrà al rinnovo dell’autorizzazione al glifosato il prossimo 25 ottobre, quando i Paesi Ue saranno chiamati a votare.
11
68
3 comments · load more
MrEdwinGorilla:

Speriamo il ministro sia di parola ! Basta che poi voteranno anche contro il CETA in senato…

2 days ago
Scimmiriam: Già, la coerenza non è il loro forte, ma speriamo stavolta siano di parola 2 days ago
ApeMarilena: l'ho sentita pure io l'"intervista". Speriamo mantenga la parola. Incrociamo le dita! 1 day ago
ApeMaira · Ape rank 6
· Italy

Climahton arriva anche a Firenze! Organizzato da greenApes, insieme ad Impact Hub e CoDesign Toscana.

Il 27 e 28 ottobre parteciperemo all'iniziativa che si svolgerà in più di 200 città del mondo sui cambiamenti climatici e le soluzioni per affrontarli.

La Sfida che abbiamo scelto a Firenze è Acqua&Resilienza; ideeremo e svilupperemo idee e progetti per promuovere un coretto uso delle risorse e sensibilizzare i cittadini. Unisciti a noi!

L'evento è gratuito e aperto a tutti quelli che lavorino, studino o siano interessati alla tematica. Il programma prevede anche momenti di incontro, formazione e coaching.

Per info e iscrizioni (scadenza a brevissimo!): http://bit.ly/gAClimathonFirenze17

29
161
7 comments · load more
Orang-ULaura: sembra bello! ma non ho capito bene...biosgna iscriversi al link o basta passare all'impact hub il 27 o 28? 1 week ago
ApeMaira: iscriversi :). L'evento è a numero chiuso, max 30 persone e la scadenza per le iscrizioni è molto vicina :). Dai vieni! 1 week ago
Orang-ULaura: mi piacerebbe, io lavoro molto vicino a Impact Hub, potrei passare a fine pomeriggio 1 week ago
Giovanni: sto lavorando a un mio progetto per un significativo risparmio idrico in orticoltura di sostentamento diffuso..ovvero adottabile dai più 1 week ago
ApeMaira:

@Orang-ULaura per partecipare ai tavoli dovresti essere inserita in un gruppo dall’inizio della giornata ( le 11)

6 days ago
ApeMaira:

@giovanni se vuoi partecipare al link trovi tutte le info 😊

6 days ago
Orang-ULaura:

Ah, capisco @ApeMaira . Peccato, alla prossima allora!

6 days ago
Echec DeJana · Ape rank 2
· Italy
10 consigli per vivere a rifiuti zero e non sprecare nulla 1. Vivere a rifiuti zero: attrezzatevi di un kit di sopravvivenza. Tenete sempre un cesto con degli oggetti che vi permettono di non avere involucri: unabottiglia d’acqua riutilizzabile (in vetro), delle borse della spesa resistenti, ampie e riutilizzabili (ad esempio quelle di stoffa) ebarattoli di vetro. Questi tre oggetti costituiscono un’alternativa al monouso semplice ma efficace e oltre a ridurre i rifiuti vi faranno risparmiare soldi, tempo e spazio. 10 consigli per vivere a rifiuti zero e non sprecare nulla: comprare sfuso 2. Acquistate dal contadino. Comprate frutta e verdura che vengono da vicino, dai GAS, dalla cassetta del contadino a domicilio, o presa nei mercatini di rione o nei farmer’s market. Vi assicurate una qualità superiore e a km zero e un bel risparmio; potrete restituire o riutilizzare cesti, cestini, cassette e cartoni per trasportare i nuovi acquisti. In molti casi saranno proprio i rivenditori a mostrarsi ben felici di ritirare i ‘vuoti’ a rendere. 3. Acquistate alimenti sfusi. Detersivi, acqua, latte, olio e tantissimi altri prodotti di uso comune possono essereacquistati sfusi riutilizzando i vecchi contenitori o bottiglie. Ci sono diversi negozi che vendono cibo e altri prodotti senza confezione. La data di scadenza e le etichette sono sul contenitore principale. Avere sempre i propri contenitori in un kit di salvezza 4. Usate pochi prodotti di pulizia. Per la pulizia della casa, affidatevi a metodi naturali e poco costosi: sapone di Marsiglia, bicarbonato, aceto, sale e limone sono più che sufficienti a pulire efficacemente tutta la casa, disinfettare le superfici e sgrassare anche lo sporco più ostinato; così facendo,eviterete di maneggiare prodotti chimicipericolosi per la vostra salute e dannosi per l’ambiente e non produrrete altri rifiuti, risparmiando pure! 5. Meglio la cottura a pressione. Per preparare da mangiare munitevi di una bella pentola a pressione e utilizzatela più possibile: dimezzerete i tempi di cottura di qualsiasi pietanza e non avrete bisogno di comprare cibi pre-cotti per preparare i pasti in poco tempo. 6. Vivere a rifiuti zero: bando all’usa e getta! La chiave per ridurre a zero i rifiuti è dirifuggire tutto quello che è monouso.Perché utilizzare tovaglioli di carta, carta assorbente a strappo, salviette di carta e altri prodotti simili se si può ovviare con tovaglioli e salviette di stoffa, panni in micro-fibra, o al più, carta assorbente riciclata e compostabile? Riutilizzare i vecchi lenzuoli, i contenitori e altri oggetti per le pulizie 7. Acquistate prodotti per l’igiene da riutilizzare. Per la cura e l’igiene personale, evitate i sapone liquidi ma preferite le saponette solide. Non utilizzate rasoi usa-e-getta ma recuperate il buon vecchio rasoio di acciaio con lame intercambiabili. Insomma anche in bagno, largo al riutilizzo. 8. I vantaggi del fai-da-te. Non sottovalutate le tante possibilità che vi offre l’autoproduzione domestica di cosmetici e detergenti: tra shampoo, saponi, balsami, burro di cacao, esfolianti, creme idratanti e tanto altro ancora, la lista dei prodotti che potete realizzare con le vostre mani senza correre al supermercato è davvero infinita. Fai da te dei prodotti detergenti usando solo con sale, aceto, bicarbonato e limone 9. Vivere a rifiuti zero: riutilizzate tutto. Lo sapevate che diversi oggetti di uso quotidiano si prestano ad una nuova funzione, dopo che sono stati riutilizzati più volte? Ad esempio, gli spazzolini da denti, le vecchie spazzole e gli asciugamani e lenzuoli un po’ sbrindellati possono diventare stracci e attrezzi da riutilizzare nelle pulizie di casa per agevolare le pulizie domestiche, con zero sprechi. 10. Non buttate mai nulla se non è distrutto. Prima di buttare un oggetto, un abito o un banale contenitore usato, domandatevi se può essere venduto, scambiato o riutilizzato, anche in maniera creativa. per dar vita a nuove funzioni o ad attività ricreative ed educative da condividere, magari con i bambini. L’arte del riciclo è una fonte inesauribile di idee e ispirazioni sempre nuove da condividere con tutta la famiglia.
29
147
ApeMaira:

#greentips​:)

4 days ago
Youcef Lecheheb · Ape rank 1
· Italy
Un delizioso piatto di riso con gulash di zucca 😍😍😍
11
59
Davide Destro · Ape rank 1
· Italy
Resistito
4
27
Loreen: A cosa? 😁 1 day ago
Davide Destro: Vestiti: dovrei prenderli in tessuti ecologici ;) 1 day ago
AnnaTheApe · Ape rank 7
· Italy

Tornando a casa

9
51
LaPimpiSullaLiana · Ape rank 6
· Italy

Da ieri anche a Sesto Fiorentino è attivo il bikesharing di Mobike!  Con la comodità di aver trovato una bici proprio sotto casa, ho iniziato la mattinata con una bella pedalata, direzione lavoro…evitando tutto questo traffico! #greenapesFirenze

11
67
Martina Stanzial · Ape rank 0
· Italy

Ciao a tutti! Sono nuova sul social e devo ancora familiarizzare. Ad ogni modo, l'anno prossimo a maggio mi sposerò e sto cercando alcune idee sostenibili per la realizzazione di bomboniere, centrotavola, partecipazioni e quant'altro…Avete alcuni consigli? 😊 #CreativeRecycling

12
79
15 comments · load more
Orang-ULaura:

secondo me ApeMaira potrebbe avere dei condsigli utili ;)

1 week ago
Echec DeJana: Per le bomboniere ti consiglio di guardare il mio sito web dejanalab.wixsite.com/dejanalab dove troverai cosmetici naturali che adattiamo anche alle cerimonie. Come ad esempio gessetti, mini saponette ecc 1 week ago
Echec DeJana: Sopratutto, benvenuta nella community 😀 1 week ago
Martina Stanzial: Grazie mille 😊 do subito un'occhiata 1 week ago
Echec DeJana: Prego 😀. Inoltre, con 200BN potrai usufruire dello sconto del 20% sullo shop 1 week ago
Scimmiriam: L'anno scorso per la mia laurea ho preparato come bomboniera dei piccoli vasetti di vetro che avevo messo da parte (di yogurt ad esempio) in cui ci ho messo dei bulbi di fiori... poi l'ho coperto con una stoffa e un nastro, e legato un bigliettino e i confetti... i miei amici hanno piantato i bulbi e mi hanno mandato le foto quando sono cresciuti i fiori :D 1 week ago
Echec DeJana: Bella idea quella dei bulbi 1 week ago
Orang-U-Cri: Ciao e auguri! una mia amica ha fatto a mano i centrotavola, usando vecchie tavolette di legno avanzate da precedenti fai da te ha creato delle mini-cassettine che ha usato come sottovasi per piantine varie (tipo spezie) coltivate nei mesi precedenti la cerimonia. per le bomboniere ha usato vasetti di vetro riempiti di miele... 1 week ago
Echec DeJana: Per la comunione del figlio di un amica, come centrotavola abbiamo messo al centro una linea guida di juta, la trovi anche nei negozi dei cinesi che vendono materiale per la casa. Noi l'abbiamo presa in rotolo e tagliata su misura, ma la trovi anche in tovagliette e puoi adattarla. Sulla linea di juta abbiamo messo dei vasetti di vetro (quelli riciclati dalle marmellate) di diverse grandezze, che abbiamo decorato con del semplice spago e alcuni con del pizzo (trovi anche quello in rotolo) e dentro ci abbiamo messo dei fiorellini (noi abbiamo scelto quelli bianchi piccoli che di solito si usano nel bouquet). Nei tovaglioli abbiamo legato con uno spago un mazzetto degli stessi fiori. Se trovo una foto te la mando 1 week ago
ApeMaira:

che bello! Ti posso dire come ho fatto io per il mio magari qualcosa può essere d'ispirazione ;). Catering principalmente vegan, non perché siamo vegani ma perché abbiamo scelto un'associazione che devolve i ricavati del catering a progetti di aiuto agli animali (avevamo poi dei formaggi e la torta non vegan). Gli amici non vegan ci hanno un pò preso in giro ma alla fine tutti erano contenti di aver provato qualcosa di diverso. Abbiamo chiesto di considerare circa 20 persone in meno nelle porzioni (tutto a buffet) per evitare sprechi classici dei matrimoni. E' avanzato pochissimo, finito il giorno dopo con pranzo con gli amici dall'estero. Stoviglie etc tutto biodegradabile preso da questo sito https://www.minimoimpatto.com/ecostoviglie/ (o altro simile, ma anche questo ha prezzi buoni). Centritavola fatti dagli amici con barattoli di vetro ricilati vari (confetture, olive, tonno etc) con dentro sassini e una candelina e rafia legata intorno. Per conlcudere, il mazzo di fiori non lo volevo con i fiori recisi quindi mi sono fatta fare un fiore o due da ogni bambino degli amici con materiale di recupero. Oltre a essere bellissimo e colorato era l'opera d'arte di ognuno di loro 💚. Metto #greenWeddings​visto che spesso ne parliamo, così raccogliamo idee e suggerimenti! se, quando sei più avanti con l'organizzazione vuoi fare altri post usalo anche tu! E buon lavoro, è faticoso ma davvero molto bello 😊, per me coinvolgere poi amici ad aiutarci nelle varie cose una delle cose più belle!

1 week ago
ApeMaira:

scusa il sito non mi è venuto. Riprovo https://www.minimoimpatto.com/ecostoviglie/

1 week ago
Martina Stanzial: Grazie a tutti delle bellissime idee 😊 1 week ago
LaPimpiSullaLiana: Benvenuta!!! :) Negli ultimi mesi sono stata a due matrimoni: di entrambi mi è piaciuta molto l'idea di fare bomboniere non classiche, cioè senza quel soprammobile che nessuno di noi sa cosa farsene! Una coppia di amici aveva fatto delle marmellatine home made, l'altra invece ha preparato dei vasetti con delle spezie particolari. Le ho trovate delle idee carine, perchè in entrambi i casi non sono andate sprecate! ;) L'anno scorso invece, preparai per un'altra coppia di amici, i barattoli da attaccare alla macchina riciclando i barattoli di latta! Se scorri ne mio profilo, è uno dei primi post che ho pubblicato su GreenApes! 1 week ago
Martina Stanzial: L'idea delle spezie/bulbi di fiori mi piace tantissimo. Come vasetti pensavo di riciclare i vasetti degli omogeneizzati di alcuni figli di amici, spero di riuscire a raccoglierne a sufficienza 😅 1 week ago
Paolo Visconti: Ciao. Sono arrivato qui nella giungla due minuti fa ma mi viene in mente che molte associazioni protezionistiche sicuramente Possono organizzarsi. Ad esempio io sono un grande sostenitore del Rifugio degli Asinelli, provincia di Biella, lo trovi sul web. Solo un suggerimento al volo. 1 week ago
Pierangelo Ferraresi · Ape rank 6
· Italy
metro x il lavoro!
2
15
AnnaTheApe · Ape rank 7
· Italy

Maschera alla Banana – Nutriente per capelli secchi e sfibrati - 1 banana – 2 cucchiaini di miele – 1 cucchiaio di Olio di Oliva – 2 cucchiaini di cacao in polvere

Ideale per capelli particolarmente secchi e sfibrati. Aiuta a nutrire a fondo la fibra capillare rendendo le chiome più docili al pettine. La banana apporta preziose vitamine, inoltre nutre a fondo la chioma rendendola più forte. Il miele è addolcente e ristrutturante mentre l’olio è un toccasana per i capelli secchi e devitalizzati. Il cacao è un potente antiossidante e sui capelli svolge un’intensa azione emolliente, ammorbidente oltre che lucidante.

Si schiaccia la banana con una forchetta oppure la si frulla in un mixer, quindi si procede aggiungendo il miele, l’olio di oliva e il cacao in polvere. Una volta ottenuto un composto omogeneo lo si stende su tutte le lunghezze aiutandosi con un pettine a denti larghi. L’ho provata sui miei capelli e il risultato è ottimo!

6
40
5 comments · load more
Ale🌸🌼🌵🌳:

Ciao @AnnaTheApe, proverò sicuramente la maschera! Volevo chiederti però quanto devo tenerla in posa..

4 days ago
AnnaTheApe:

1015 minuti

4 days ago
AnnaTheApe:

Ti consiglio di frullarla fino a farla diventare una crema molto liscia. Altrimenti ti rimarrà difficile eliminare i residui della banana in fase di lavaggio dei capelli

4 days ago
ApeMaira:

#greenproducts

3 days ago
Ale🌸🌼🌵🌳:

Grazie mille! :)

3 days ago
Claus · Ape rank 2
· Italy
Con un po di rete metallica 2 tappi di plastica ho fatto una piccola mangiatoia x uccellini. ...poi ci ho messo un impasto con di grasso di prosciutto, semi vari e pane grattato. ..tutto x preparare gli uccellini all'inverno. ..
14
85
Riccardo Tasso Tassinari · Ape rank 0
· Italy
Come ogni mattina vado con l'autobus!
10
55
MonicaTraLeFrasche · Ape rank 6
· Italy
Riso basmati integrale, cavolini di Bruxelles e porro a pezzetti in pentola a pressione per 5 minuti. Tolta la pressione, ho messo tutto, scolato, nella padellona, aggiunto olio, uvetta e fatto finire la cottura sul fuoco. Condito con curry... veloce, nutriente e buono! 😊
13
80
MonicaTraLeFrasche · Ape rank 6
· Italy
Per lavare i piatti usiamo questa strausata ex bottiglia per lo shampoo (per i capelli continuo a sperimentare saponi per non usare contenitori di plastica), ci mettiamo 1/2 acqua, aceto e detersivo ecologico (comprato alla spina). Così ne usiamo metà! 😁
10
51
ApeMarilena: Anche io ci metto l'aceto! :) 2 days ago
Angela Mitelea · Ape rank 0
· Italy

Ho creato una cuccia per il mio gatto in tessuto riciclato 🐱❤️

19
114